I musicisti

Il DoReLab Festival Ensemble nasce all’interno del Double Reed Laboratory, laboratorio permanente di Musica d’insieme per strumenti ad ancia doppia che ha luogo a Palmanova (Ud), con l’intento di divulgare la conoscenza di questi strumenti e del loro repertorio. Dedito sia alla riscoperta di un repertorio in voga nel XVII e XVIII secolo, sia all’esecuzione di brani di recente composizione, il gruppo è formato da docenti e collaboratori del DoReLab.

 

SiBRASS - quintet si è costituito nell’autunno del 2011 su iniziativa dei solisti della Slovenian Philharmonic Orchestra e della RTV Slovenia Symphony Orchestra. Ne fanno parte i musicisti: Franc Kosem (tromba, Slovenian Philharmonic Orchestra), Jure Gradišnik (tromba, RTV Slovenia), Mihael Šuler (trombone, RTV Slovenia), Mihajlo Bulajić (corno, RTV Slovenia), e Johannes Ogris (tuba).

Ensamble Opera Prima Wien L’Associazione Opera Prima Wien è stata fondata nel 2011 sull’esperienza della Opernwerkstatt-Wien. L’organizzazione e la realizzazione di progetti d’opera lirica, in gran parte orientati a presentare titoli che non facessero parte del repertorio operistico solitamente eseguite nella città di Vienna, ha dato l’opportunità di proporre opere poco eseguite o addirittura in prima esecuzione per l’Austria di autori quali G. Verdi e G. Puccini. Opera Prima Wien ha consolidato sempre più la sua attività in Austria e in Italia dove ha attivato il progetto Donizzetti 2019 a cui collabora anche l’Istituto Fano. 

I solisti del Teatro La Fenice di Venezia è un ensemble formato dagli strumentisti dell’Orchestra del prestigioso Teatro veneziano. In programmail Quintetto “La trota” di Franz Schubert e “Trovandosi l’acqua nel superbo mare” di Renato Miani in prima esecuzione assoluta. Il Quintetto è formato da: Roberto Baraldi (violino), Alfredo Zamarra (viola), Antonino Puliafito (violoncello), Stefano Pratissoli (contrabbasso), Ferdinando Mussutto (pianoforte). 

Orchestra a fiati dell’Istituto Fano formata da strumentisti dell’Istituto, trova nell’organico orchestrale la sua Massima realizzazione. Le sono state dedicate numerose composizioni, tra cui “Tiliaventum” e “Spengenberg”, frutto di una lunga e proficua collaborazione il compositore Renato Miani. Dal 2012 il Direttore è il M°Enrico Cossio.

Coro Panarie formatosi oltre trent’anni fa, il coro si è via via indirizzato verso un sempre maggiore interesse nei confronti di generi musicali “colti”, che hanno portato il coro a confrontarsi con alcune tra le più significative pagine del repertorio barocco e classico, spesso con accompagnamento orchestrale senza tuttavia sottovalutare il Romanticismo e la musica contemporanea. Il coro ha cantato nell’incisione dell’opera Abrham del gruppo rock Quasar Lux Symphoniae e nell’esecuzione della colonna sonora del film muto – capolavoro del 1928 di Carl Theodor Dreyaer – Passion de Jeanne D’Arc, composta dai maestri Paolo Paroni e Klaus Gesing. Il coro ha collaborato con il regista U. Gregoretti (nella messa in scena di Una favola per caso), il compositore friulano R.Miani (in Cantata Profana) e la cantante Milva (in La variante di Lüneburg, testo teatrale scritto da P.Maurensig e musicato da Valter Sivilotti). Dal 1990 il coro Panarie è diretto dal Mº Paolo Paroni.

Coro del Rojale costituitosi nel 1976 sotto la guida del maestro Bertoni il coro ha perseguito la strada del canto liturgico di autori in prevalenza friulani, con particolare attenzione per l’autore locale Mons. Giovanni Pigani, della cui memoria artistica e musicale il Coro del Rojale ne è custode e promotore. Nel corso dell’attività il repertorio si è arricchito di brani polifonici riferiti a diversi periodi storici e, pur sempre mantenendo viva la tradizione musicale legata alla villotta friulana popolare e d’autore, il Coro del Rojale si confronta con alcune significative pagine di musica contemporanea e del repertorio classico e lirico con accompagnamento orchestrale tra cui la Messa di A. Dvoràk, il progetto sulle Cantate di J. S. Bach, la Messa in Sol Magg. di F. Schubert, il programma interamente dedicato a J. Brahms, il progetto su musiche di F.J. Haydn, nonché la Berliner Messe del compositore estone A.Pärt; gli spettacoli musicali multimediali “Quella piccola fiamma blu” dedicato alla figura di Leonard Bernstein (con la regia di A.Collavino), e “Ciak si canta” con musiche tratte da film e arrangiate in forma jazz da un trio d’eccezione capitanato da R. Fantin. Oltre alla normale attività concertistica, il coro prende parte anche a progetti inusuali, collaborando con dei professionisti del calibro del registra Ugo Gregoretti (nella messinscena dell’opera teatrale “Una favola per caso”) del compositore friulano R.Miani(in Cantata Profana) e della cantante Milva (ne “La Variante di Lüneburg”, messinscena del romanzo di Paolo Maurensig musicato da V.Sivilotti). Collabora attivamente con alcune realtà teatrali, corali e musicali ritenute fra le migliori del panorama regionale. Dal 1997 il coro è diretto dal M°Paolo Paroni.