Il Musical: killer o evoluzione dell'Opera?

Musica
Marco Maria Tosolini docente e giornalista
FVG Orchestra - Orchestra regionale del Friuli Venezia Giulia
Paolo Paroni direttore

DOMENICA 25 OTTOBRE ore 20.30
Teatro Miotto - Spilimbergo

Dalla notte dei tempi la cosa che forse affascina di più gli umani è il racconto, che poi è il significato di Mytos, Mito. Il racconto è stato praticamente sempre fuso con la musica, non “accompagnato” dalla musica. L’opera non è un genere, ma un mondo. Un mondo praticamente infinito dove si possono compiere viaggi che in nessuna dimensione reale potrebbero essere così suggestivi e profondi. Ancora più sorprendente è il fatto che, indipendentemente dall’autore, epoca, stile, forma dall’opera seria all’opera buffa, del melodramma all’operetta, al Musical la magia c’è sempre, trasfigurata e avvolgente. “Che fine ha fatto l’opera” con arie memorabili da Mozart a Puccini, da Verdi a Lehar, da Lloyd Webber a Sondheim non è solo un “concerto” per quanto pregevole ma una via luminosa e commovente verso il cuore delle storie.

Marco Maria Tosolini

Programma

G.Verdi, da «La Traviata» Preludio Atto I
G.Puccini, da «La Bohème» O soave fanciulla
F.Lehar, da «La vedova allegra» Tace il labbro 
A.Lloyd Webber, da «Il fantasma dell’opera» All I ask of you
W.A.Mozart, da «Idomeneo» Oh, smania!… D’Oreste e d’Aiace 
F.Lehar, da «Il Paese del sorriso» Finale atto II
S.Sondheim, da «Sweeney Todd» Epiphany
G.Verdi, da «La forza del destino» La Vergine degli Angeli
A.Lloyd Webber, da «Jesus Christ Superstar» Gethsemane

Anna Viola, soprano
Mathia Neglia, tenore

FVG Orchestra - Orchestra regionale del Friuli Venezia Giulia
Paolo Paroni, direttore